L’attenzione alle persone è fra i valori fondamentali del progetto di Palazzo Righini, valore condiviso dai due soci fondatori, Enrico Castellano e Flavio Ghigo,

frutto degli insegnamenti delle loro esperienze, pur maturate in contesti totalmente diversi (quello di una prestigiosa società di consulenza internazionale per Enrico Castellano e quello del mestiere di cuoco, dove fin dall’adolescenza si è buttato con passione, per Flavio Ghigo). Dare spazio ai collaboratori più giovani di valore, stimolarli a crescere e anche a essere in grado di sostituire chi è arrivato prima di loro non è, anche dal punto di vista personale, un rischio, ma una grande opportunità. Perché permette di costruire una squadra capace di raggiungere risultati altrimenti impensabili.
Così a Palazzo Righini le persone sono alla base di tutto, con la loro competenza, la dedizione al lavoro, la passione per le cose ben fatte e per il servizio fornito ai propri Clienti. Nel palazzo oggi lavorano quasi 40 risorse, tutte molto giovani, risorse motivate, che sentono la Dimora Storica come “casa propria”, capaci di farsi carico dei problemi al di là delle loro responsabilità, capaci di mettere l’entusiasmo e la passione per il loro lavoro prima dell’interesse economico. Solo così si può puntare a una qualità superiore, garantita dalla competenza, dalla passione e dalla dedizione del personale per accattivare il Cliente, attratto da un’esperienza unica e memorabile, dal buon gusto e dalla soddisfazione di potersi sentire ospiti della rinata casa nobiliare. In sintesi, un servizio unico, basato sulla professionalità e l’esperienza, senza soffocare la spontanea naturalezza.

ENRICO CASTELLANO

Proprietario di Palazzo Righini, imprenditore

Sposato, tre figli, laureato con lode in Ingegneria Elettronica al Politecnico di Torino, ma con l’innata passione per l’architettura.
Ha lavorato per alcuni anni come ricercatore nelle telecomunicazioni e dal 1980 ha sviluppato la sua carriera in Accenture (al tempo Arthur Andersen Management Consulting, poi Andersen Consulting).
Ritiratosi nel 2004 segue diverse iniziative per promuovere lo sviluppo di aziende innovative e del talento in Italia. Dopo essere stato coinvolto nel programma Partnership for Growth dell’Ambasciata Americana in Italia, e aver conosciuto l’approccio dei Business Angels Americani, a fine 2007 è stato uno dei 9 co-fondatori del gruppo “Italians Angels for Growth”.
A Fossano, è impegnato in numerosi investimenti “profit” e “non-profit”, prevalentemente nei settori dell’ospitalità, della cultura e dell’ambiente. Tra questi il più importante è senza dubbio Palazzo Righini.

FLAVIO GHIGO

Imprenditore, socio di Palazzo Righini

Flavio è nato chef. Dall’età di dodici anni ha coltivato la passione per la cucina, facendo la gavetta in vari ristoranti, fino alla prima prova imprenditoriale, con il Ristorante le Due Palme di Centallo, rilevato dopo aver conseguito il Diploma alla scuola alberghiera.
In poco tempo sono arrivate le recensioni dei giornalisti gourmet, il premio Gallo Risotto dell’Anno per il “Risotto mantecato al mio fondo bruno” e i Festival di Cucina Italiana nei grandi hotel internazionali che lo hanno portato a coordinare staff di oltre trenta giovani cuochi a Bangkok, Shanghai e Singapore.
A 28 anni ha avviato un nuovo ambizioso progetto che lo ha visto chef e imprenditore, socio di Palazzo Righini, con la guida del Ristorante Antiche Volte e la supervisione di tutta la struttura. Dal 2017 ha lanciato un nuovo progetto innovativo, “La Fàrcia”, con l’obiettivo di cambiare la concezione del panino, portandovi la sua passione imprenditoriale e la tradizione gastronomica piemontese.

GIOVANNA PARISI

Responsabile di Struttura

Giovanna, trentenne originaria di Racconigi, dopo il diploma alberghiero come tecnico dei servizi turistici ha scelto di lasciare l’Italia per fare un’esperienza in Gran Bretagna, per poter lavorare e imparare l’inglese.
Inserita nel mondo del lavoro ha dimostrato da subito intraprendenza, affiancando alle mansioni di sala, la gavetta in cucina nei giorni di riposo, per poter meglio comprendere le dinamiche dei ristoranti in cui lavorava.
Questa attitudine l’ha accompagnata anche nelle successive esperienze in Italia, dove ha potuto mettersi alla prova anche nell’ambito del ricevimento, che si è rivelata la sua vocazione.

Approdata a Palazzo Righini nel 2015, grazie alla sua professionalità, attenzione al cliente e cura del Palazzo, le è stato affidato il ruolo di responsabile di struttura.

DIEGO SOLAZZO

Chef

Classe 1989, Diego è uno Chef che, nonostante la giovanissima età, vanta una serie di esperienze di notevole valore. Dopo il diploma Alberghiero per i Servizi di Ristorazione, inizia velocemente un percorso fatto di grande umiltà e dedizione in grandi ristoranti internazionali, a partire dalle cucine del 5 Stelle Kulm Hotel di St Moritz, dal tristellato Martin Berasategui in Spagna al pluristellato Alan Solivérés Chef del Taillevent di Parigi.
Arriva in poi Piemonte, dove sviluppa una forte collaborazione con la madre della cucina piemontese, Mariuccia Ferrero, patron del ristorante stellato San Marco di Canelli. Qui apprende le basi di questa cucina, per poi andare in Langa, nel Ristorante Damiano Nigro, anch’esso stellato, dove ricopre il ruolo di Sous-chef per 5 anni.
Nella primavera 2018 approda a Palazzo Righini, dove rapidamente assume la guida di entrambi i Ristoranti, facendosi apprezzare sin dai primi momenti per il rigore della sua cucina, che non rinuncia alla creatività e alla ricerca di nuove tecniche, unendo la cucina tradizionale piemontese alla cucina internazionale appresa nella sua esperienza, avvalendosi di materie prime di alta qualità e di ingredienti di stagione.

LAURA FRUTTERO

Responsabile Marketing, Eventi e Catering

Laura arriva a Palazzo Righini nel 2009, neolaureata in Scienze Gastronomiche all’Università di Pollenzo.
Muove i primi passi lavorativi seguendo gli aspetti di marketing del nuovo ristorante, del centro congressi e dell’apertura delle camere, ma è attiva a livello operativo anche al ricevimento, al ristorante e al bar, dove all’occorrenza è di supporto ai colleghi.
Ha una grande passione per lo studio e nel 2011 consegue la laurea specialistica in Economia e Direzione delle imprese.
Intanto a Palazzo Righini si specializza nell’organizzazione degli eventi interni e dei catering, in particolare matrimoni, continuando a curare gli aspetti di comunicazione.
Dopo aver formato una nuova famiglia con Flavio, lo ha seguito nel vivere sempre più Palazzo Righini come la sua “prima casa”, tanto che negli ultimi tempi è stato normale vedere la piccola Vittoria gattonare e muovere i primi passi nei corridoi del palazzo.